4ª Biennale 1999

La Quarta Biennale Internazionale del Merletto di Cantù si è conclusa guardando in avanti, come mai era accaduto nelle edizioni precedenti. E' nozione comune che sia possibile programmare il Futuro solo facendo necessario tesoro della lezione del Passato. Il Comitato per la Promozione del Merletto è orgoglioso di essere il tramite, il ponte, gettato tra una cospicua parte della storia di Cantù (spirito di iniziativa, capacità produttiva, creatività), che non può e non deve essere letta soltanto

come un reperto di archeologia preindustriale, e le potenzialità di un mercato con caratteristiche del tutto nuove rispetto al passato;un mercato che, se va globalizzandosi nei settori della produzione di massa, riesce tuttavia ad includere, a diversi livelli di diffusione, ma con aperture sempre più definite e riconoscibili, i prodotti di pregio destinati, per la loro stessa natura, ad escludere i meccanismi del consumismo usa-e-getta.

I merletti di Cantù, come quelli di altre importanti "manifatture" europee, appartengono appunto a questa categoria. Sono piccoli capolavori in originale, che sono acquistati proprio per durare, perché costituiscono un investimento, non solo in denaro, ma soprattutto in buongusto, in eleganza e in raffinatezza, entrando, per tali caratteristiche, a far parte di quella che oggi è chiamata qualità della vita, e, in conseguenza, della memoria storica della famiglia o della Istituzione che li possiede.

01bien9902bien99

E' dunque per una doverosa tutela dell'acquirente, oltre che per la salvaguardia delle prerogative dei produttori, che il Comitato per la Promozione del Merletto, con l'approvazione del Comune di Cantù, si è fatto carico, nel corso del 1999, di una nuova iniziativa, destinata a segnare in modo inequivocabile il futuro del merletto canturino: la predisposizione della procedura per la certificazione di qualità e relativa registrazione del marchio PIZZO DI CANTU' IRMC, che contraddistingua e valorizzi i capi originali prodotti secondo le tecniche e le tradizioni figurative del nostro territorio.

A fianco delle sezioni espositive ormai tradizionali della Mostra del merletto antico e contemporaneo e di quella del Secondo Concorso internazionale per la progettazione di un merletto a fuselli originale, è stato allestito quest'anno uno spazio dedicato all'esposizione dei merletti realizzati, su commissione del Comitato, in base ai progetti risultati vincitori del Primo Concorso Internazionale svoltosi due anni fa nell'ambito della Terza Biennale.

E' utile segnalare l'ampia adesione registrata al Secondo Concorso (75 progetti) e la vasta realtà di scuole (53 partecipanti) e di estimatori privati rappresentati, di cui ben sette di Paesi esteri. L'assegnazione dei premi e delle menzioni d'onore a tre progetti non italiani ci lusinga per l'attenzione riservata all'estero al Concorso di Cantu', dall'altra mette in evidenza come in altre realtà europee stanno lavorando intensamente per aggiornare le tecniche e i disegni per i merletti.

03bien99

Per quanto riguarda l'aspetto artistico e scientifico delle iniziative si deve rilevare la realizzazione del volume "Fili e parole. I merletti a fuselli: tradizioni e innovazioni", che quest'anno ha rappresentato un piccolo evento. La parte più cospicua del volume dà conto di una ricerca che ha coinvolto le merlettaie di tutta Italia, nello sforzo di censire la nomenclatura interregionale del merletto al tombolo. L'attenzione riservata dai media locali è stata significativa, la stampa è stata informata attraverso 400 comunicati diffusi via Internet curati da ADN Cronos, successivamente sono state inviate 22 cartelle stampa a riviste femminili d'arte e di attualità di primaria importanza nazionale. I circa 20.000 visitatori provenienti da diverse località italiane (autobus sono giunti dalla Puglia, dal Friuli Venezia Giulia, dall'Emilia R., dal Piemonte, da diverse località della Lombardia, ecc.) ed estere, soprattutto dalla Svizzera e dalla Germania; ci ha gratificato in modo particolare la presenza del Direttore del Museo di Brugge (Belgio) il giorno dell'inaugurazione, e delle responsabili del Museo di Modena, il palese apprezzamento, hanno decretato il successo della Biennale Internazionale del Merletto 1999 di Cantù.

04bien99

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.